Sulla copertina di un vinile a Lerchenfelder Straße, una nota e qualche goccia di pioggia

architecture-art-basket-706140

Ogni giorno senza di te fu prima deserto e poi fiume che scorre. Il tempo senza di noi divenne paglia da bruciare nel fuoco la sera. Mi ricordo bene i tuoi capelli. Credo che gran parte del nostro amore fosse nascosto nei tuoi capelli. Era lì che custodivi tutti i miei segreti. Li trapiantavo con le carezze dentro al letto, o con la lingua passata dietro al collo. E così, adesso, mi spargi per il mondo a ogni cambio di stagione, mi tieni impigliato a una spazzola, o dentro al casco di un parrucchiere. Mi annodi intorno a un dito o mi recidi del tutto, a seconda del bisogno. Mi tingi di colori non miei, mi soffochi sotto la lana di un cappello. E ogni volta che rinasco mi dimentico dell’atroce trattamento, mi arriccio e bisticcio come un bambino capriccioso e impaziente di scoprire il mondo. E infine brucio, fra due piastre incandescenti. Sparisco in un rivolo di fumo. Così la volta dopo rinasco un po’ più piccolo, e più piccolo, e più piccolo… Presto sarò solo un atomo, in attesa di un soffio di vento. Di me ti resterà un prurito, un bisogno passeggero. Ciò che in fondo sono sempre stato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...