L’odore dei giorni

DSC_0038p
Chiara.

L’odore dei giorni a volte fa un po’ ridere. A volte sembra non ci sia poesia negli aromi che associamo ai ricordi. Mi vergognerei nel dire che il mio primo bacio aveva l’odore e il sapore di una sigaretta accesa. C’era anche un sottofondo di marea, di salsedine e crema solare, ma era combustione di tabacco, soprattutto. Il primo amore invece è cominciato con l’odore di bruciato della stufa che ci scaldava la sala prove, di fianco alla Chiesa di provincia dove il nostro tempo soffiava via svelto. L’odore successivo è quello del soffritto di sua madre. No, niente di poetico nell’odore dei giorni. Semmai l’impronta indelebile delle piccole cose che ci tengono attaccati alla vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...