Così, ovunque la sua voce

Pensava di non essere abbastanza per quegli occhi chiari. Pensava di non valere più di qualunque altro volto fra la folla, mentre invece l’amore sarebbe riconoscersi fra la folla. Riconoscersi, e basta. Riconoscersi, prima di conoscersi davvero. Questo arriva dopo, con il tempo, con la quotidianità. Riconoscersi è il secondo stesso in cui ci si passa di fianco, in cui si apre un sorriso che contiene luce e gli occhi si lasciano irradiare. Pensava di non essere abbastanza per i suoi capelli, per le sue mani macchiate di arte. Pensava di non valere la punta rotonda del suo naso, di non poter sfiorare il suo vestito, né camminarle al fianco. Eppure sentiva di essere in funzione del suo sguardo, del movimento dei suoi capelli al vento, come rami di un albero antico che conducesse attraverso il tempo all’origine del mondo. Sentiva di dover sfiorare quelle mani per toccare se stesso, di dover abbracciare il suo vestito e essere inebriato del suo profumo per ritornare a Primavera. E la sua voce, così diversa era la sua voce. Diversa e riconosciuta. Così leggera era la sua voce, quando rapida correva nella valle e raggiungeva il fiume, dall’acqua risaliva in cielo e poi su, fino alle nuvole. Così ovunque era la sua voce, che a volte temeva fosse un’allucinazione. Così avvezzo alle notti di tempesta e tormento. Credeva fosse un sogno, troppo ideale e lontano per essere vissuto. Ovunque era quel sogno, la voce, lo sguardo, la ciocca e il vestito. Anche di giorno. Tanto che non era chiaro dove iniziasse il sonno e dove la veglia. Pensava di non essere abbastanza. Eppure non chiedeva altro che continuare a dormire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...